A Milano il cinema lgbt del Festival Mix 2012

Dal 22 al 28 giugno 2012 si terrà presso il Teatro Strehler la ventiseiesima edizione del Festival MIX Milano. Moltissimi i lavori che saranno presentati, potrete trovare 100 opere tra lungometraggi, cortometraggi e documentari che saranno tutte in concorrenza tra loro, ciascuna per la sua categoria.

Giurie tecniche composte da esperti di cinema decreteranno nell’ultima giornata i premi per Miglior Lungometraggio, Miglior Cortometraggio e Miglior Documentario.

Vediamo una carrellata delle opere in gara.

Tra i lungometraggi, aprirà il belga Bavo Defurne con “North Sea Texas” che parla di omosessualità ed adolescenti. Altri lavori di rilievo sono: “Circumntance”, che scopre il mondo dell’amore lesbico a Tehran; “Notre Paradis” che affronta l’argomento della prostituzione maschile in Francia; “Yes or No?”, una specie di situation comedy per teenager realizzata da Saratsawadee Wongsomphet che può essere considerato il primo film tailandese dichiaratamente lesbico.

Tra i documentari, “Vito” di Jeffrey Schwarz ripercorre la storia di Vito Russo, attivista nel campo dei diritti lgbt; “Lo chiamavano Vicky” ripercorre invece la vita dello scrittore omosessuale Pier Vittorio Tondelli secondo l’occhio della regista Enza Negroni. Tra i cortometraggi, ricordiamo il canadese “The man that got away” di Trevor Anderson.

Saranno anche presentati gli “Uncut”, vale a dire alcuni film che erano stati presentati al pubblico già censurati, e che vengono qui riproposti nella versione integrale, ovviamente si tratta di titoli fuori concorso. Tra questi ricordiamo: “Estasi” (1933) con le scene di nudo di Hedy Lamarr; “I dolci inganni” con Catherine Spaak giovanissima e provocante.

Per conoscere gli orari ed il programma completo del festival cinematografico lgbt, visitate il sito ufficiale all’indirizzo http://www.festivalmixmilano.com/2012/ .

Autore dell'articolo: Fabio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *