Capodanno 2018 a Bologna, idee e Locali

bologna

Bologna è una città ricca di attrattive, come arte, cultura, storia, capace di accogliere i propri residenti, o gli ospiti che decidono di visitarla, con vero calore, grande affabilità e, oseremmo dire, squisita “opulenza”, anche e soprattutto, com’è immaginabile, dal punto di vista gastronomico. Naturale, quindi, che pensando ad una notte di festa, l’entusiasmo per poterla vivere in un luogo già di per sé così straordinario, ne aumenta il fascino. E dunque, come programmare quella che è, forse, la festa per eccellenza, il Capodanno, nel capoluogo emiliano? L’obiettivo, calendario alla mano, non è poi così lontano e quindi si fa ancor più interessante dare un’occhiata ai locali più “trendy”!

Diciamo subito che Bologna offre moltissimo anche dal punto di vista della festa di piazza: da molti anni, infatti, la città felsinea è una delle mete preferite dai giovani che desiderano festeggiare all’esterno la notte più lunga, poiché presenta un programma di eventi che ha come cuore pulsante la splendida Piazza Maggiore, dove allo scoccare della mezzanotte viene acceso il classico Rogo del Vecchione, il tradizionale fantoccio, realizzato ogni anno da un diverso artista, in un rito che simboleggia la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno. L’evento accoglie sempre migliaia di spettatori che, dopo il brindisi in piazza e gli spettacolari fuochi d’artificio, continuano i festeggiamenti ballando e suonando tutta la notte, in un’allegria contagiosa che coinvolge tutto il centro storico.

Non mancano comunque le serate più tranquille, ma altrettanto affascinanti, per esempio a teatro, fra le tante proposte del Capodanno bolognese: una fra tutte, quella del Teatro EuropAuditorium, che presenta il musical “Priscilla la regina del deserto”, uno spettacolo entusiasmante, tratto da un film cult, vincitore, fra l’altro, di un Premio Oscar, che ripercorre la travolgente avventura on the road di tre amici, partiti per un viaggio incredibile nel deserto australiano alla ricerca di amicizia e amore, a bordo di un vecchio autobus rosa soprannominato, appunto, Priscilla. Il musical è previsto anche nella serata di Capodanno, e ad arricchire la musica e l’allegria, sarà il brindisi di mezzanotte fra attori e pubblico.

Volendo invece puntare sulla classica serata con dj set, dobbiamo ricordare che Bologna è una delle città, nel nostro Paese, maggiormente gay friendly, con un vita notturna di ottima qualità, tra le principali della scena italiana LGBT. Ecco perché risulta tutto sommato facile segnalare alcuni fra i locali più indicati per la notte di Capodanno. Fra questi, il Kinki Club, in pieno centro, a due passi dal simbolo di Bologna, le Due Torri. Si tratta del club più vecchio della città, nato nel lontano 1958: dalla sua apertura, è sempre stato considerato “il club” per eccellenza, tanto che molti artisti, design, musicisti, intellettuali ne hanno fatto il proprio punto di ritrovo. Ottima musica, dj internazionali, ambientazione sotterranea lo rendono uno dei ritrovi più famosi d’Europa.

Altro locale perfetto per il Capodanno, e non solo, è il celebre Cassero, in Via Don Minzoni, storico compromesso fra club politico, centro della cultura gay cittadina e discoteca, un luogo dove vengono organizzate attività di raccolta sociale, di aggregazione ed intrattenimento. Impossibile poi non citare anche il Red Club, in Via del Tipografo, forse la più popolare, oltre che grande, disco gay in città, famosissimo locale di moda per coloro che vogliono divertirsi, avere la possibilità di fare nuovi incontri e, naturalmente, ballare e bere ottimi drinks. E per un cocktail esclusivo, anche a fine anno, Les Rois Du Monde è il locale adatto, un bar gay che offre particolari aperitivi e stuzzichini dopo cena, che organizza anche brevi spettacoli con Drag Queen e feste a tema.

Infine, per chi non vuol rinunciare al buon cibo della tradizione, per il classico Cenone di Capodanno non c’è che l’imbarazzo della scelta: ci piace, questa volta, segnalarvi un indirizzo fra i più selezionati ed esclusivi della città, convinti che, almeno una volta all’anno, si possa fare…Stiamo parlando del Fourghetti, in Via Augusto Murri, il bistrot del famoso chef stellato Bruno Barbieri, elegante ed originale, ma perfettamente integrato in una città che è ancora capace di stupire, a tavola come nelle sua splendide Piazze. E non solo a Capodanno.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *