Locali gay a Roma, una guida completa

Roma vita notturna

La vita LGBT della Capitale si concentra maggiormente su due ambiti, che attirano visitatori gay da ogni parte d’Italia, e non solo. Si tratta della Gay Street e del Gay Village.

La Street è il luogo di ritrovo per eccellenza della comunità, che si riunisce all’ora dell’aperitivo per giungere fino a notte inoltrata in uno dei tanti locali di Via San Giovanni in Laterano, in pieno centro, a pochi passi dal Colosseo.

L’area rappresenta il punto d’incontro di quasi tutti i gay che si trovano a Roma già a partire dagli anni ’60, ma è solo nel 2007 che si è apertamente dichiarata gay friendly alla città, destinando il primo tratto della via proprio alla comunità LGBT, dove, dalla sera, prende vita la gay life romana 365 giorni all’anno. E proprio qui, infatti, sono nati, nel tempo, molti dei locali più conosciuti fra la platea gay, che ogni sera si ritrova, a partire dai tre storici:

  • Coming Out, il bar che ha inaugurato la trasformazione della Gay Street, un vero e proprio punto di riferimento per tutti i gay romani, dove è possibile sorseggiare un aperitivo ma anche cenare, o semplicemente fare nuove amicizie, oltre a trovare un corner dove poter acquistare oggettistica gay
  • Colosseum Bar, poco distante dal precedente, per lo più frequentato dalla comunità lesbo, ma in genere anche dagli amici gay, punto di ritrovo per happy hours o cene frugali, anche intime, e sempre di qualità
  • My Bar, locale piccolo, confidenziale, ricercatissimo, sempre aperto, per ottime serate o semplicemente per colazioni gay friendly insuperabili.

Il Gay Village, invece, è l’appuntamento estivo romano della comunità gay e lesbica. Istituito nel 2002, inizialmente al Testaccio, si sviluppa ora al Parco del Ninfeo, e precisamente in Via delle Tre Fontane, all’EUR. Negli anni è diventato sempre più importante e rappresentativo, anche grazie alla partecipazione di artisti italiani ed internazionali, da Bob Sinclair a George Michael, e ormai, da giugno a settembre, raffigura un vero e proprio must della gay life capitolina che ha il suo culmine con il Gay Pride, da sempre uno dei più importanti d’Italia. Ogni sera la location allestita quale punto di ritrovo del Gay Village organizza concerti ed interventi culturali, con ospiti conosciuti e di forte impatto, in un ambiente colorato e divertente, per serate indimenticabili nell’estate romana.

Tornando ai locali dove poter mangiare, ballare e conoscersi sorseggiando un drink, oltre ai già citati, vogliamo segnalarvi:

Vicious Club Roma, nato 8 anni fa dalle ceneri dell’altrettanto celebre Max’s Bar. Un altro locale fra i più conosciuti tra le location romane, con 3 sale e una programmazione affidata ai migliori promoter e dj della scena capitolina. Aperto ogni sera, tranne la domenica, si trova nella zona dell’Esquilino.

Qube Disco di Via di Portonaccio, location molto ampia che divide diversi generi musicali su 3 piani, e che il venerdì ospita uno degli eventi gay più celebri a Roma e non solo, il Mucassassina, nato negli anni ’90 e che, in più di 25 anni di storia, è diventato un fenomeno culturale e un’occasione straordinaria per conoscenze ed aggregazioni, a suon di musica e nuove tecnologie, apprezzato addirittura a livello internazionale.

Glamorize, locale di Via Ostiense celebre per la sua “Notte Gay” del mercoledì, che parte con l’aperitivo alle 19 e si conclude a tarda notte, fra ottimi cocktails, dj set fra i migliori sulla piazza, spettacoli e molto altro.

Infine, per i più audaci, segnaliamo due locali molto particolari: il primo è rappresentativo di un nuovo concept, che unisce i servizi del comune bar o pub a ciò che riguarda il divertimento erotico. Stiamo parlando del cruising bar, luogo di ritrovo per serate particolarmente trasgressive, il cui scopo non è, indubbiamente, quello di trovare relazioni stabili…Fra gli altri cruising bar romani indichiamo il K Men Club, aperto nel lontano 1997, uno dei primi club e locali dedicati alla comunità omosessuale che, in quegli anni, non aveva molti luoghi per incontrarsi in maniera aperta ed esclusiva. Qui è possibile trovare tutto l’occorrente per passare una serata particolare, in tutti i sensi, divertendosi come si preferisce. Si trova in via Amato Amati, 6, in zona Stazione Termini.

E sempre nei pressi, per concludere, segnaliamo, in Via Aureliana, una sauna gay, l’Europa Multiclub, suddivisa su 3 piani, con due vasche da bagno tra le più grandi d’Europa, un vero paradiso per il corpo, completa di saune finlandesi, solarium, bagno turco, cromoterapia e molto altro, per un completo relax rigorosamente gay.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *