Locali gay a Napoli

Una delle città italiane più fantasiose, allegre e colorate, pur in presenza di problematiche serie, in linea con le grandi metropoli del Paese: stiamo parlando di Napoli, con il suo milione di abitanti e i suoi simboli inequivocabili, tra cui la pizza e la “tazzulella ‘e cafè”. Una delle capitali del Sud d’Italia, accogliente e spregiudicata, e con una vita notturna degna di questo nome anche per il popolo LGBT, per il quale, ogni sera, si sviluppa il meglio della movida gay partenopea.

Dal lunedì alla domenica, infatti, (offrendo il suo massimo nel week end), la gay-life napoletana si scatena e si prepara ad accogliere una moltitudine di giovani, e non solo, che desiderano trascorrere qualche ora in compagnia, tra un aperitivo e una cena, uno serata disco e una “cruising night” trasgressiva… Ma andiamo con ordine!

Partiamo stabilendo il cuore della Napoli gay, forse il luogo in cui maggiormente si concentrano i locali e gli incontri più intensi: stiamo parlando di Piazza Bellini, in pieno centro storico, dove ci si ritrova per decidere la serata e per incontrare amici, vecchi e nuovi. Intorno alla Piazza, ma anche sui marciapiedi e sulle strade, i ragazzi intrattengono i primi contatti, fra una chiacchiera, una birretta e uno scambio di idee su come trascorrere qualche ora spensierata. Spesso, prima ancora di decidere, ci scappa un cocktail al Bar Fiorillo, fulcro della piazza e della comunità, per poi proseguire, magari con in mano una fragrante pizza “a portafoglio”, verso vicolo San Geronimo alle Monache, dove si trova la Arcigay Antinoo Napoli, una delle sede storiche, in cui gli amici organizzatori dell’associazione forniscono volentieri info e news su manifestazioni, eventi, serate-party o, molto semplicemente, indirizzi di locali gay, per una cena a due o in compagnia, ma anche per serate particolari e trasgressive.

Dal centro storico ci si sposta nella zona tipica dei baretti, dove, in Via Giuseppe Ferrigni 16, si trova il mitico Ghetto Crime Bar, una location ricercata, tra ottima musica e luci psichedeliche di grande effetto, il cui motto è “Enjoy your difference”, goditi la tua differenza. In piena zona Chiaia, aperto dal martedì alla domenica, a partire dalle 19, offre il meglio di sé dopo cena, sino alle 3.00, , per una tipica serata arcobaleno napoletana. Una valida alternativa è rappresentata dal Volver Cafè, in via Bellini, altro bar gay friendly, questa volta ispirato all’America Latina, in particolare Argentina e Uruguay, conosciuto in città per essere il luogo classico per i giochi da tavolo, molto frequentato soprattutto fra i giovani universitari.

Chi, invece, ama particolarmente le serate a tema, non potrà assolutamente perdersi uno degli eventi organizzati da La Mamada, un gruppo nato recentemente, nel febbraio 2015, che si è da subito assicurato un posto di rilievo fra la comunità LGBT napoletana. In Via Piave 183, nella zona del Vomero, ogni sabato sera si svolge la serata gay per eccellenza, e la location è sempre l’Accademia Bi Club, dove la musica pop si mescola al neomelodico per una festa molto coinvolgente fra organizzatori e clienti che, dopo pochi minuti, si scambiano quasi i ruoli, tanto è l’affinità che si crea!

Altra serata imperdibile è quella realizzata da I Criminal Candy che, da una decina di anni ormai, presentano feste itineranti particolari e seguitissime, con la partecipazione di Drag Queen professioniste che riscaldano l’atmosfera. Anche in questi party vige un motto distintivo, riassunto nella frase “Può piacervi la vita che vivete oppure potete vivere la vita che vi piace”! Uno dei locali che più frequentemente ospita i Criminal è il Riva Club di Via Coroglio, dove si può ascoltare musica alternativa e dove la comunità gay si ritrova per grandi opportunità di incontri, che proseguono anche dopo la serata.

Non mancano nemmeno le soluzioni più trasgressive, per chi desidera emozioni forti ed indimenticabili: per esempio, vietato non proporre il Depot, in cui gli amici milanesi riconosceranno un nome familiare, essendo, di fatto, il fratello partenopeo dello stesso locale lombardo. Si trova in Via Veterinaria 72, e possiamo definirlo il più celebre cruising bar di Napoli, dove si organizzano serate fetish, anche “senza underwear” lasciando libero sfogo alla fantasia dei partecipanti… E dopo aver ballato, sorseggiato e fatto nuove conoscenze, per concludere la serata cosa c’è di meglio di un po’ di relax in una sauna? Ovviamente non una qualsiasi, ma la Sauna Blue Angel, in Via Taddeo da Sessa, riservata a soli uomini, giovani e maturi, che vengono per incontrarsi, accolti da personale specializzato, per soddisfare tutti i piaceri del corpo e della mente. Si sviluppa su 3 piani, e offre molteplici servizi, fra cui anche un intrigante “labirinto dark”.

Autore dell'articolo: Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *