Vacanze gay: le mete più ricercate

Che si tratti di spiagge affollate, una vivace vita notturna LGBT o locali chic da esplorare, non ci sono mai state così tante opportunità di vivere a pieno la comunità gay come in questo periodo. Quindi, se stai cercando di fare una pausa in spiaggia o in città, permettici di ispirarti con le migliori destinazioni per le vacanze gay in Europa.

Sitges in Spagna

Per noi Sitges è la destinazione numero uno per le vacanze gay in Europa. È una piccola città costiera, a circa 45 minuti di treno da Barcellona. Per decenni è stata una famosa mecca LGBTQ, piena di molti ritrovi gay, tutti riuniti insieme principalmente lungo la strada Carrer de Joan Tarrida.

La scena gay di Sitges è vasta e sempre animata. Parrots è uno dei punti di ritrovo principali dai localari. A pochi isolati di distanza c’è l’eccellente bar gay El Piano, che è uno dei posti migliori per spettacoli drag, serate di cabaret e artisti musicali.

Sitges ha anche alcune delle migliori spiagge gay d’Europa. La principale si chiama San Sebastián, situata proprio nel cuore della città. Più lontano ci sono alcune spiagge per nudisti gay, come Balmins e Playa del Muerto.

Anche Ibiza è un’altra destinazione spagnola gettonatissima dai gay di tutta Europa. Se cerchi una vacanza all’insegna del relax con il tuo partner ti proponiamo alcune soluzioni di ville panoramiche di lusso ad Ibiza, con piscina e vista mare.

Isola di Mykonos in Grecia

L’isola di Mykonos è un luogo ricco di storia, cultura e tante feste. Durante il periodo estivo (da maggio a ottobre), la Mykonos gay si anima e diventa una grande e favolosa mecca gay. In alta stagione questa località è molto affollata, specialmente intorno a ridosso del grande festival gay XLSIOR. L’annuale festival, che si svolge ogni agosto, è una delle feste in spiaggia gay più grandi e migliori d’Europa.

Sulla punta meridionale dell’isola sono posizionate le spiagge gay Super Paradise ed Elia, sempre frequentatissime. In termini di bar/club gay, questi si trovano nella parte nord-occidentale dell’isola. Jackie O è il posto prediletto da molti, con alcuni degli spettacoli drag più divertenti che si tengono ogni sera nei mesi estivi.

Amsterdam nei Paesi Bassi

Cosa rende Amsterdam così attraente per i viaggiatori gay? Forse è la natura spensierata e aperta della sua gente, che non desidera altro che rilassarsi e divertirsi. Qualunque cosa sia, Amsterdam è una tappa obbligata per il viaggiatore gay. I Paesi Bassi hanno una lunga storia di tolleranza LGBTQ e puoi davvero sentire il supporto per questa comunità che ronza nell’aria ovunque tu vada.

Imperdibile il Club Church, uno dei club gay più alla moda della città, con un’atmosfera elettrica, spettacoli drag stellari e drink economici che creeranno una serata che vale la pena ricordare. Altri club gay da visitare ad Amsterdam includono NYX , YOLO e Eagle.

L’Amsterdam Pride a fine luglio/inizio agosto è uno dei più singolari al mondo poiché si svolge sull’acqua. Invece di carri che sfilano per le strade, l’Amsterdam Pride ha carri che navigano lungo i famosi canali della città.

Berlino in Germania

Ciò che Londra è per gli amanti della musica, Parigi per i romantici e New York per le fashioniste, Berlino è per i gay! Berlino ospita con orgoglio numerosi eventi LGBTQ ogni anno. I più famosi sono il Berlin Pride a luglio e Folsom Europe a settembre.

Non perdere l’occasione di visitare uno dei più grandi locali gay della città: il Berghain! Se siete il tipo di persone a cui piace portare avanti la festa fino a ben oltre l’ora di andare a letto, allora siete fortunati. Il Berghain inizia lo spettacolo il venerdì sera e continua fino a mezzogiorno di lunedì! Non ci sono specchi all’interno e una rigorosa politica di “no foto”, che ti lascia solo vivere e goderti il ​​momento.

Autore dell'articolo: Salvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *